Operazioni Comunitarie


Gli scambi di beni e le prestazioni di servizio in ambito comunitario, fra soggetti appartenenti a due diversi

Stati, sono considerati “operazioni intracomunitarie” se rispettano tre condizioni essenziali:

• ciascun soggetto è titolare di un codice IVA comunitario attivo all’atto dell’operazione (requisito

soggettivo);

• la transazione è a titolo oneroso (requisito oggettivo);

• i beni vengono trasportati o spediti da un Paese all’altro della Comunità (requisito territoriale beni); i

servizi si considerano effettuati nello Stato quando sono resi a soggetti passivi stabiliti nel territorio dello

Stato (requisito territoriale servizi).